Skip to main content

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.

Chi Siamo

 

 

L’azienda New Energy Power S.r.l. è una delle poche aziende italiane che seguono il ciclo completo di vita della batteria: dalla fase di produzione/importazione, attraverso la vendita, fino al suo completo recupero inserendo i materiali recuperati nella produzione delle batterie nuove.
 
La commercializzazione delle batterie importate ed immesse sul mercato da New Energy Power S.r.l. è infatti subordinata al conferimento dell'esausto da parte del potenziale acquirente. Ciò determina un ciclo chiuso tale per cui i fornitori di batterie esauste acquistano da New Energy Power S.r.l. batterie nuove che saranno da essi stessi riconferite sotto forma di esausto al Gruppo Saraceno.       

New Energy Power S.r.l. è parte del Gruppo Saraceno, costituito da un network di società operanti a vario titolo nel settore della gestione dei rifiuti. Il Gruppo nasce negli anni ’80 con l’attività di recupero dei metalli ferrosi e non. L’emanazione delle vigenti norme in materia ambientale ha dato un notevole impulso allo sviluppo delle aziende del Gruppo verso la progettazione e l’attuazione di realtà produttive non più per il solo il recupero, ma anche per il trattamento dei rifiuti.  

 
 

L’attività di raccolta di batterie al piombo esauste era originariamente riservata a soggetti determinati, incaricati dal consorzio obbligatorio per la raccolta delle batterie (Cobat), istituito per legge nel 1988. Di fatto, con la suddetta legge, veniva istituzionalizzato un monopolio statale in materia di raccolta e riciclo delle batterie al piombo esauste. Il sistema così delineato ostacolava la libera circolazione delle merci sotto il profilo dell’obbligo di conferimento al Cobat ed all’iniziativa economica privata costituzionalmente garantita ex art. 41.
 
Il Dott. Demetrio Saraceno ha dato inizio ad un’organizzazione commerciale alternativa al sistema monopolista imposto dal Cobat, denunciando in prima persona, e comunque a favore di tutti gli operatori del settore emarginati dal circuito Cobat, il fatto monopolistico all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, presso la Comunità Europea; lo Stato Italiano ha ricevuto una comunicazione di messa in mora ed è stato obbigato a modificare il sistema imposto dal Cobat.
 
Inoltre, in ossequio alla Raccomandazione della Commissione Europea del 21 maggio 2001, che invitava lo Stato Italiano a superare le restrizioni all’esportazione di batterie al piombo esauste verso altri Stati membri dell’Unione, è stata introdotta la possibilità di esportare batterie esauste per destinarle a impianti di recupero all’estero in conformità con quanto indicato nei Regolamenti comunitari. 
 

 
 
Saraceno S.r.l., tra le altre aziende del Gruppo, esercita, con propri mezzi e personale addetto, l’attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti pericolosi e non, tra cui le batterie al piombo esauste, raccogliendo direttamente dai produttori una quantità mensile di 1.000 Tonnellate e ne effettua l'esportazione verso Stati Membri, secondo le procedure amministrative di cui al Regolamento CE 1013/2006.

 

 

U.I.C. - Unione Imprese Consorziate è un'associazione sindacale che nasce con lo scopo di sostenere e proteggere gli interessi comuni a tutta la categoria di imprese che svolgono attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti di ogni genere e natura. 

 

Co.b.eu. - Consorzio Batterie Europeo si occupa dell'organizzazione e della gestione di un sistema integrato per la raccolta, il trasporto, lo stoccaggio e il trattamento dei rifiuti di pile e accumulatori al piombo e punta ad aggregare operatori a diversi livelli: produttori, raccoglitori, riciclatori nazionali ed esteri. ll Consorzio realizza studi tecnici e collaborazioni con importanti istituti di ricerca per lo sviluppo e l'innovazione dei processi e degli impianti.
 

 
 
 

 - Il 'ciclo chiuso' della batteria al piombo acido